Trasporto, conferimento, accettazione e messa in riserva

All’arrivo presso l’impianto, un operatore provvede ad eseguire la procedura di accettazione verificando, mediante ispezione documentale e visiva, la conformità del mezzo di trasporto e del carico, procedendo poi alla pesatura dell’automezzo per mezzo della pesa a ponte interrata ed infine alla compilazione del F.I.R.
I rifiuti vengono scaricati provvisoriamente su un’area di conferimento ove sono sottoposti ad una prima cernita e selezione manuale per asportare eventuali impurezze e altri materiali presenti, per poi essere inviati alle rispettive aree di messa in riserva distinte fra le diverse tipologie di materiale.
Gli eventuali scarti derivanti dalla selezione sono raccolti in appositi contenitori.

La messa in riserva avviene o sotto tettoia o in un’area del piazzale.

I rifiuti sono stoccati sotto tettoia in cumuli o impilati; nel piazzale vengono stoccati in cassoni scarrabili con copertura superiore a mezzo telo impermeabile.
Tutte le zone adibite alla messa in riserva sono dotate di segnaletica riportante le indicazioni relative ai rifiuti stoccati. Le rimanenti zone vengono utilizzate per il transito dei mezzi.
Dalle aree di messa in riserva, i rifiuti possono seguire le seguenti destinazioni:

  • invio a successive lavorazioni nell’impianto stesso;
  • invio ad ulteriori impianti di recupero esterni.